difficile non pensare

alla padrona del vino, anzi, impossibile!


e accade così che il quater bianco 2007 (grillo, cataratto, carricante, zibibbo)  di firriato – di cui sempre mi colpisce e abbacina l’afrore – mi pervada sì perigliosamente, da peccato del sesto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.