i maghi di paceco

l’emozione di quest’uvaggio – nero d’avola, perricone, frappato, nerello cappuccio – cioè di quater 2005 è tale che d’ora in poi, leggendo camilleri, trovo firriato (=girato) e subito penso a questo vino di scure e corpose mantenute seduzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.