si, ma…

è noto che il petit verdot è usato in uvaggi  non solo bordolesi ma anche indigeni; giovandosi del clima caldo è per lo più coltivato in maremma e nell’agro pontino.

da tempo casale del giglio lo propone in purezza e questo 2006 era veramente morbido e profumato di note fra il frutto e la spezia, vero incantatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.