come promesso, rimembro #1

il primo fu il carmignano 2006 della fattoria di artimino.

codesto aristocratico e antico vino e cosimo terzo de’ medici e quella specie di doc ante litteram e i calcarei marnosi e gli scisti argillosi e bla bla bla; figherrimo al naso e in bocca, dee la sua rinnovata bontade ai vitigni bordolesi e alla botte: evviva!

averlo ritrovato negli scaffali della gdo a poco più d’otto euri m’invoglia a festeggiare con frizzi e lazzi.

i remember

ho ancora in mente l’estate

epperò nei primi freddi dell’autunno mi sovviene che (millant’anni sono passati) in occasione di un evento gastro-baskettaro nel freddo inverno (e così ho fatto fuori tre stagioni) bolognese, partecipando all’amichevole tenzone per il miglior rosso sotto i 10 euri, selezionai:

carmignano della fattoria di artimino

rubrato dei feudi di san gregorio

segreta rosso di planeta

e per rinnovare l’emozione oggi li ho ricomprati.