pane & salame

l’altro giorno era troppo tardi per pranzare e troppo presto per non mangiare (e chissene…, direte voi).

e allora m’è tornata in mente quella sana/santa usanza d’altri tempi: la merenda.

non starò a farne l’elegia: semplice pane e salame (per un nanosecondo avevo pensato a un filo di burro, ma era forse troppo).

e poi ho aperto una barbera 2008 dei marchesi di gresy, che ha suggellato la mozione degli affetti: ah, quelle merende che non colsi!

xmas sweeties

un’amica poco prima di natale mi chiede un parere su vini per acconciamente accompagnare dolci speziati; lusingato dalla richiesta cerco di articolare una lista che possa servire anche pel futuro, e pazienza se vi sarà qualche ripetizione.
scrivevo, quindi:
in ordine crescente di tenuta e senza tanto badare al prezzo

asti spumante 2004 o moscato d’asti 2004 di cascina fonda

malvasia dei colli piacentini le rane 2004 di luretta o vulcaia après 2003 di inama

moscato rosa 2004 di maso bergaminiajello shams 2004

su note, come dire, orientali ci sarebbe un picolit (magari felluga 2001) o anche un bel sauternes (e qui, facendo lo spiritosone, suggerisco, ovviamente) chateau d’yquem

ma perché mai allora escludere un sgn alsaziano vendemmia tardiva o un eiswein di kremstal?
lascerei stare il vin santo e lo zibibbo, che pure hanno un loro perché.
passate le feste chiedo: e allora, per cos’hai deciso? beh, mi fa, a dire la verità noi i dolci speziati li accompagnavamo con liquori tipo sassolino…