se leggi “il migliore”

cosa sei portato a pensare?

se hai l’età giusta, ovvero una certa qual conoscenza della politica del tempo che fu, a palmiro togliatti, definito il migliore – dei/dai suoi, ovviamente.

nel nostro caso, ahimè, nulla di così romantichevole veteropolitichista: trattasi invece della linea di punta dei vignaioli della cantina valle isarco/eisacktaler kellerei, nomata appunto aristos, il cui stordente sylvaner 2008 penetra e impregna il papillame tutto con freschissima e inalienabile persistenza.